Verso un business di successo!

FutureBrand Index 2014: Google al primo posto.

Partendo dalla "Global Top 100 Companies" di PwC, FutureBrand ha stilato una sua classifica dei brand, andando oltre la logica della capitalizzazione di mercato.

FutureBrand Index 2014: Google al primo posto.

FutureBrand Index 2014: Google al primo posto.

 “Le aziende sono anche brand e i risultati del nostro Future Brand Index 2014 dimostrano, per la prima volta, fino a che punto le società più forti del 2014 siano in grado di andare oltre la posizione che occupano in una classifica basata puramente sul loro valore finanziario, come quella della "Global Top 100 Companies" di PwC. Abbiamo pensato che fosse giusto realizzare un'indagine su come i company brand siano percepiti nella loro interezza, vale a dire valutando anche il livello di affinità che i consumatori sentono nei loro confronti per il modo in cui corrispondono ai loro bisogni e per l'esperienza che ne hanno”. Commenta così la ricerca “FutureBrand Index 2014” Tom Adams, Global Head of Strategy di FutureBrand: una classifica nella quale Google risulta il marchio più forte tra quelli delle prime 100 aziende al mondo (era terza nell'altra classifica) grazie alla sua performance su tali paramenti, migliore rispetto ad altre aziende che, invece, hanno una capitalizzazione di mercato superiore.
Dopo Google, ai vertici, troviamo Microsoft e Walt Disney, anch'esse con un ranking superiore a quello attribuito loro da PwC, secono cui Wald Disney si colloca al 40° posto). “Google è il vincitore naturale,” continua Tom Adams “ma è interessante anche riconoscere i meriti alle altre imprese che vedono aumentare la propria posizione in classifica grazie agli sforzi che hanno dedicato per crearsi un forte company brand e contrastare così un “Cap Gap” sfavorevole, come Intel, Unilever e Inditex”.

La ricerca ha identificato quattro diversi tipi di company brand: “Future Brands”, “Experience Brands”, “Purpose Brands” e “Corporate Brands”, ma solo il primo riesce ad ottenere risultati positivi sia nel parametro "scopo", sia in quello "esperienza" grazie alla loro capacità di leadership di pensiero, innovazione e autenticità. Emerge, anche, che la notorietà del marchio non è tutto. Infatti, troviamo brand molto diffusi e conosciuti in tutto il mondo, come McDonald's e Coca Cola, che non rientrano tra le prime 20 posizioni del FutureBrand Index, rispettivamente 55° e 22°.

Per la classifica completa e gli approfondimenti clicca qui.

Fonte: Arianna De Felice - MyMarketing.net

Pubblicato il 17 luglio 2014.

Lascia un commento

Codice di sicurezza: DKDgs3

Articoli correlati